Bilancio di competenze


Su Repubblica.it: “i neutrini sono più veloci della luce di circa 60 nanosecondi”.

Ora, io non credo che a scrivere articoli di scienza mettano il primo venuto, magari sottraendolo alla nera. E in effetti nell’articolo questa frase, errata, viene affiancata da altre corrette che contribuiscono a spiegarne il significato aldilà dell’errore, anche se non ne cancellano l’imprecisione linguistica.

Dire una cosa del genere equivale, più o meno, ad affermare che la II Guerra Mondiale durò 600 litri, o, nella migliore delle ipotesi, che Aalto è due volte Lloyd Wright. O è sbagliata di peso, o, volendo interpretare le parole in modo elastico, mancano di un necessario riferimento.

L’affermazione corretta la si legge più avanti: nel primo caso, qualcosa come: “i neutrini sarebbero più veloci della luce di circa 25 parti su un milione, o dello 0,0025%”, e nel secondo caso, presente anche nel sottotitolo dell’articolo, “i neutrini sembrano essere più veloci della luce di circa 60 ns nel percorrere 730 km”. Perché credo sia evidente a tutti che se io e mio figlio ci mettiamo a correre insieme in giardino, io arrivo dieci secondi prima di lui a metà del vialetto, ma venti secondi prima di lui alla fine del vialetto (a patto che, ovviamente, io non rallenti, o lui non cada).

Al giornalista di Repubblica bastava dire che i neutrini sono arrivati 60 ns in anticipo rispetto alle attese, lasciando stare l’aggettivo “veloci”, e la frase sarebbe stata impeccabile. Rispetto a sviste ben più evidenti e clamorose, mi pare che ci faccia una figura più che decente.

Chi fa una figura decisamente peggiore è Maria Stella Gelmini, ministra della Repubblica (non il quotidiano, purtroppo). Allego il link, ma sono certo che nel giro di poche ore verrà sostituito. E pertanto copio il messaggio originale, tratto dal sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, proprio nella sera dedicata alla ricerca:

Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini
“La scoperta del Cern di Ginevra e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare è un avvenimento scientifico di fondamentale importanza.”

Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.
Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo.

Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro.

Inoltre, oggi l’Italia sostiene il Cern con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l’anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante”.

Ora, qualcuno dovrebbe spiegare alla Ministra, prima che scriva delle fregnacce, che i neutrini sono difficilissimi da evidenziare perché passano attraverso la materia come se non esistesse. Il laboratorio nel Gran Sasso l’hanno costruito “nel” Gran Sasso anche per quello, per schermarlo da tante altre particelle che attraversano la materia fino a un certo punto, lasciando i neutrini un po’ più soli e meno impossibili da rilevare. Va da sé che non c’è bisogno di alcun tunnel. Bisognerebbe spiegarle che il Traforo delle Torricelle, passante autostradale a Verona, 11 km di cui quasi 5 km in galleria, costerà almeno 300 milioni di euro. Un tunnel di 730 km con 45 milioni di euro nemmeno i cinesi riescono a farlo. Bisognerebbe spiegarle che non c’è nessun tunnel, alla fine: c’è un tunnel per arrivare al laboratorio del Gran Sasso, c’è un enorme tunnel a Ginevra, al CERN, che ospita il Large Hadron Collider, ma non esiste nessuna galleria che colleghi i due siti. Non serve, così come non sono serviti a costruirlo i 45 milioni di cui parla, che chissà dove sono finiti, invece.

E bisognerebbe spiegare agli Italiani quali sono le reali competenze di questa donna che sovrintende alle scuole, agli atenei, alla ricerca italiana.

Un commento

  1. […] Quando però è l’ignoranza elevata a sistema che rimane vittima di se stessa, una bella gongolata ci sta. Questo è successo e sta succedendo sulla rete per il caso del “tunnel della Gelmini” (vedi Bilancio di competenze). […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

dire, fare, baciare...

pensieri di uno che cerca di essere umano

wwayne

Just another WordPress.com site

Una penna spuntata

Storia e Folklore

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

AlterEgo

Il blog di AlterEgo - Uno, Nessuno e Centomila

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

My Little Underground

storie di una gioventù bruciacchiata

Cee's Photo Challenges

Teaching the art of composition for photography.

Etcetera Etcetera Etcetera

... about nothing in particular, because "Candid photography is like a box of chocolates. You never know what you're gonna get". Photography by Lignum Draco, "The Wood Dragon" since 2013.

I am You. We are God.

A Call To Consciousness

Books, Music, Photography, & Movies

My views on the above and some...

redstuffdan

Original Pictures from Nouvelle Aquitaine

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

lyndamichele

Just another WordPress.com site

Pizzuti

Glyptics \ Sculpture

The Syllabub Sea

Where I'm free to be me

Living & Loving Life

A journey into my world...

Pega's photography Blog

La fotografia è una scusa...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Picture Perfect Memories for life

Myriad memories frozen in time

Tina Friesen

Seek wisdom leading to life and peace.

being mrscarmichael

a superwoman in my own suburb

Think of nothing

girl, living in the far north, trying to think less and live more.

Travels and Trifles

Expressing Thought Through Photography

The Wish Factor

How did I get here...

L'anticamera del cestino

Raccolta differenziata di esperienze di dubbia utilità

Chronicles of Illusions

When I let go of what I am, I become what I might be. – Lao Tzu

Northwest Frame of Mind

At home in my corner of the world

This, that and the other thing

Looking at life through photography and words

Littlerome's room

Pensieri, parole, opere e omissioni

I did it ... for Johnny

A bit of humor, an occasional deep thought

Nora's Suitcase

You’re in a lovely site ever

Outlook in Life

... and it is ever changing

Herman van Bon Photography

Fine Art Photography, Napier, South Africa.

rpdpod

a torrent of photos/a drip of words

Ancorase

sulla rotta della consapevolezza

EL Appleby: Brain Fragments

out of my tiny mind

retireediary

The Diary of a Retiree

Top 10 of Anything and Everything

Animals, Travel, Casinos, Sports, Gift Ideas, Mental Health and So Much More!

SnappyJaye

A Photo Journey

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: