Elenchi


Elenco dei motivi per cui non mi piacciono gli elenchi.

  • non si capisce mai se sono ordinati, se l’ordine con cui gli elementi vengono presentati sia significativo oppure no;
  • è una forma schematica, secca, rigida, spesso applicata ad argomenti che non si prestano ad essere trattati in modo esaustivo;
  • sono così terribilmente di moda;
  • va bene l’esposizione, ma l’argomentazione dove la mettiamo?
  • ma scusa, ti dà più piacere leggere un racconto o l’elenco del telefono?
  • poi ti trovi con un elenco breve e ti arrampichi sugli specchi per trovare qualcos’altro da aggiungere;
  • via via che si allunga ti rendi conto che le stesse cose avresti potuto scriverle meglio e più efficacemente usando altri espedienti;
  • e come si fa con elementi che hanno una gerarchia più complessa di una lista?
  • poi chiudi e ti domandi se scrivendo in altro modo ti sarebbero venute in mente altri elementi.

Motivi per cui gli elenchi mi piacciono

Avendo io una mente abbastanza ordinata, l’elenco riesce a rispecchiare l’ordiine anche nella forma, e su argomenti in l’ordine mentale non sia ancora particolarmente avanzato, dover compilare un elenco sicuramente induce una riflessione che più o meno rapidamente conduce a una strutturazione delle idee. Poi dai è carino, si presta alla condivisione… “no il numero 1 proprio no, ma il 3 l’ho sempre pensato anch’io!”, permette di scrivere delle cose stupide in mezzo a quelle più serie senza per questo squalificare tutto il discorso. Siccome poi lo stile è stringato ed essenziale, è adatto alla comunicazione rapida televisiva o internet, si adatta ad una stesura collettiva o ad aggiunte esterne, a completamenti posteriori, all’esportazione in diversi contesti, insomma ha una versatilità raramente riscontrabile in altri tipi di testo. Inoltre, è una cosa che non ho mai usato su questo blog, e quindi aspettatevi che prima o poi arrivi. Come dite? C’è già? Dove?! Ah… ho capito.

Allora, visto che siete attenti, mi aiuterete in futuro a compilare qualche elenco. A presto!

2 commenti

  1. In un suo racconto Borges cita da una fantomatica enciclopedia cinese una classificazione degli animali che è – anche – il più straordinario elenco che io conosca:

    “gli animali si dividono in: a) appartenenti all’Imperatore; b) imbalsamati; c) addomesticati; d) maialini da latte; e) sirene; f) favolosi; g) cani in libertà; h) inclusi nella presente classificazione; i) che si agitano follemente; j) innumerevoli; k) disegnati con un pennello finissimo di peli di cammello; l) et coetera; m) che fanno l’amore; n) che da lontano sembrano mosche”

    (Se ti interessa il genere, consiglio vivamente “La vertigine della lista” di Umberto Eco).

    1. Grazie, preziosissimi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

dire, fare, baciare...

pensieri di uno che cerca di essere umano

wwayne

Just another WordPress.com site

Una penna spuntata

Storia e Folklore

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

AlterEgo

Il blog di AlterEgo - Uno, Nessuno e Centomila

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

My Little Underground

storie di una gioventù bruciacchiata

Cee's Photo Challenges

Teaching the art of composition for photography.

Etcetera Etcetera Etcetera

... about nothing in particular, because "Candid photography is like a box of chocolates. You never know what you're gonna get". Photography by Lignum Draco, "The Wood Dragon" since 2013.

I am You. We are God.

A Call To Consciousness

Books, Music, Photography, & Movies

My views on the above and some...

redstuffdan

Original Pictures from Nouvelle Aquitaine

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

lyndamichele

Just another WordPress.com site

Pizzuti

Glyptics \ Sculpture

The Syllabub Sea

Where I'm free to be me

Living & Loving Life

A journey into my world...

Pega's photography Blog

La fotografia è una scusa...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Picture Perfect Memories for life

Myriad memories frozen in time

Tina Friesen

Seek wisdom leading to life and peace.

being mrscarmichael

a superwoman in my own suburb

Think of nothing

girl, living in the far north, trying to think less and live more.

Travels and Trifles

Expressing Thought Through Photography

The Wish Factor

How did I get here...

L'anticamera del cestino

Raccolta differenziata di esperienze di dubbia utilità

Chronicles of Illusions

When I let go of what I am, I become what I might be. – Lao Tzu

Northwest Frame of Mind

At home in my corner of the world

This, that and the other thing

Looking at life through photography and words

Littlerome's room

Pensieri, parole, opere e omissioni

I did it ... for Johnny

A bit of humor, an occasional deep thought

Nora's Suitcase

You’re in a lovely site ever

Outlook in Life

... and it is ever changing

Herman van Bon Photography

Fine Art Photography, Napier, South Africa.

rpdpod

a torrent of photos/a drip of words

Ancorase

sulla rotta della consapevolezza

EL Appleby: Brain Fragments

out of my tiny mind

retireediary

The Diary of a Retiree

Top 10 of Anything and Everything

Animals, Travel, Casinos, Sports, Gift Ideas, Mental Health and So Much More!

SnappyJaye

A Photo Journey

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: