Come un romanzo


L’ho notato io: tanti post di letture estive, uno solo di letture autunnali, nessuno finora di letture invernali.

Il problema è che mi sono ingolfato su un libro che non va giù.

Capita. Bisognerebbe avere il coraggio di posarli, i libri che non si digeriscono. Perché poi questo è quello che succede, che altri libri educatamente in coda non possono essere serviti.

Si può anche farlo temporaneamente.

Io, ad esempio, Proust e Woolf li ho posati dopo poche pagine, con dispiaciuta consapevolezza. E si è trattato di un arrivederci: non sono ancora pronto per voi, ho detto loro riponendoli nello scaffale.

Altri li ho scagliati senza alcun riguardo, ma su questi non mi dilungo.

Ricordo però di aver letto un bel saggio di Pennac, “Come un romanzo”, in cui, tra le altre acute e suggestive osservazioni, l’autore riporta un decalogo di diritti del lettore.

Lo riporto qui, sia perché il terzo voglio imprimerlo “nell’hard disk”, come dice la Lucianina d’attualità, sia perché mi piace l’idea di rientrare, dopo un sonno troppo lungo, nella categoria dei lettori.

Voilà…

  1. Il diritto di non leggere.
  2. Il diritto di saltare le pagine.
  3. Il diritto di non finire un libro.
  4. Il diritto di rileggere.
  5. Il diritto di leggere qualsiasi cosa.
  6. Il diritto al bovarismo.
  7. Il diritto di leggere ovunque.
  8. Il diritto di spizzicare.
  9. Il diritto di leggere a voce alta.
  10. Il diritto di tacere.

(Daniel Pennac, “Come un romanzo”, 57 – Feltrinelli)

A proposito del bovarismo, mi pare di aver capito che si tratti del perdersi nella finzione descritta nel libro come forma di fuga dalla realtà. Non so, questi francesi a volte non li capisco. Forse bastava dire il diritto alla lettura come evasione ed immedesimazione? O forse non ho capito fino in fondo…

7 commenti

  1. Ciao Alessandro,,

    Io sono una lettrice accanita, ma è capitato anche a me di “sospendere” una lettura, per poi riprenderla qualche tempo dopo e divorarla in un baleno… Hai ragione, bisogna essere pronti

    Silvia

    1. Grazie Silvia! Il dispiacere per quei poveri libri che aspettano… eh? 🙂

  2. Sono una divoratrice di libri,li leggo anche contemporaneamente fino a tre per volta,forse è per questo che arrivo in fondo a tutti.Alternarli mi aiuta a superare i blocchi che mi fanno interrompere, solo momentaneamente, una lettura.Fra i tanti che ho letto ultimamente mi è rimasto da terminare”Diario di scuola” di Pennac,ma solo per “gustarlo” lentamente senza premura.

  3. Porto a termine tutti i libri che inizio, per impegno morale, anche quei due mattonazzi da 800 pagine ciascuno su una fantomatica storia di Alessandro Magno, scritta da un tedesco. Impiegato 10 mesi ( un record assoluto di lentezza), ma completati e poi dimenticati in fondo alla libreria. Ma la Nave d’oro di Buticchi, l’ho abbandonato senza rimpianti dopo 40 pagine!

  4. Ricordo di aver letto questo decalogo proprio grazie ad una spizzicata fra i libri di un amico.
    D’accordo con te sul bovarismo.

  5. Anche mio marito ha questo problema dei libri che ‘fanno da tappo’. Io invece sono perseguitata dall’immagine di mucchi e cataste di libri ‘che meritano di essere letti e che non farò in tempo a leggere’, quindi sono scioltissima nell’abbandonare al loro destino quelli che ‘non mi danno piacere’ – che sia per sempre o per un po’, non importa!

    p.s. letture invernali? il bambino nella valigia mi ha rapito 🙂

  6. […] ho posato il libro-tappo e ho ripreso a leggere (per chi non capisce di cosa stia parlando, può raccappezzarcisimi […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Back to the Blog

Il blog che viaggia nel mio tempo... ridendoci un po' su

Seicappelli

cos'hai in testa?

testuali parole 2.0

bisettimanale di critica letteraria

khepri65

vivi e lascia vivere

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Alterego Blog

Alterego non è il solito blog

Lola Ivana

Around the world

L'autore spocchioso

Chi non salta un lettore è, è.. chi non salta un editore è, è..

Niente stronzate ©

Lo stabile specchio di un evanescente diario

Il Vecchio Mente

Memorie di uno scrittore dell'immaginario coi Baffi.

frank iodice

"Lo scrittore è una persona vigliacca, opportunista, sacrificata al gioco continuo della

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

Interlinea due

"A volte si svela l'anima solo per vedere se c'è qualcuno in grado di ascoltarla"

La riserva di Pedro

Il ritorno all'essenziale

Cee's Photo Challenges

Teaching the art of composition for photography.

Ornitorinko

Storie di esperienze in giro per il mondo

pica cordoba

90 DAYS IN EAST TIMOR

Street Photography

Straßenfotografie • Beobachtungen am Wegesrand

Etcetera Etcetera Etcetera

... about nothing in particular, because "Candid photography is like a box of chocolates. You never know what you're gonna get". Photography by Lignum Draco, "The Wood Dragon" since 2013.

I am You. We are God.

A Call To Consciousness

Pixxxel.org

...einfach Fotos

But Is It Art?

Pictures by Declan O'Doherty

GLOBAL SAFARI

"Two roads diverged in a wood and I – I took the one less traveled by." – Robert Frost

Wish - Caroline Wilde

La vita a volte prende pieghe misteriose. Basta crederci. Basta... esprimere un desiderio.

Javanese Wanderer

my stories, travel journal and my photo collection

Books, Music, Photography, & Movies

My views on the above and some...

MissGreenSheep

arts, crafts & more ...

Photo avant-garde

Photography at a different level

redstuffdan

Original Pictures from Nouvelle Aquitaine

Written By Nikki

Freelance Writer and Blogger

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

The Amateur Camera

Capturing the simple pleasures in life & the world around me...

lyndamichele

Just another WordPress.com site

Ooggetuige

A picture is worth a thousand words

The Syllabub Sea

Where I'm free to be me

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: