Di porti, venti e una briciola di logica


Mi è stata di recente riproposta la celebre citazione, che volentieri riporto:

ignoranti quem portum petat nullus suus ventus est.

(L. A. Seneca, Ep. Mor. ad Lucilium Liber VIII, ep. LXXI)

Non ha venti a favore chi non sa a che porto approdare.

Chi la proponeva intendeva mettere l’attenzione sull’importanza del porsi degli obiettivi prima di muoversi.

E’ vero che non si tratta di un teorema, cioè di un’affermazione matematica dimostrabile a partire dalle regole della logica e da assunti precedenti, ma è un’affermazione in linguaggio naturale basata sull’esperienza di Seneca (e di chi lo cita). Lasciamo quindi perdere la sua dimostrabilità e persino la sua verità, che ciascuno è in grado di valutare per conto proprio.

E’ anche vero, però, che la logica nasce su questo tipo di affermazioni, nel tentativo di trovare basi formali per il linguaggio, e quindi non è una forzatura cercare di usare un tantino di logica classica nell’analizzare questo enunciato. Ci si accorge allora che ha la forma di un predicato contenente una implicazione:

per ogni navigatore e per ogni vento, se il navigatore non sa dove andare allora il vento non è favorevole.

Prima nota: io non ho mai praticato lo sport velistico, e quindi non so se “non favorevole” equivalga a “contrario”, ma credo di no. Mi pare che la bonaccia possa essere considerata una condizione di vento né favorevole né contrario: non c’è vento punto e basta. Quindi Seneca non dice che se non sai dove andare tutti i venti ti sono contrari. Solo che nessun vento ti è a favore. Che mi pare è una considerazione rassicurante.

Seconda nota: le caratteristiche dell’implicazione (“SE il navigatore non sa dove andare ALLORA il vento non è favorevole”) permettono pochissimo spazio di manovra nel tentare di modificarla senza stravolgerla. Ad esempio: e se invece il navigatore sapesse dove andare? Ecco, il fatto che Seneca abbia scelto questa formulazione, riconducibile a una implicazione semplice e non a una doppia implicazione (“se il navigatore non sa dove andare allora, e solo allora, non trova vento favorevole”), non ci permette di dedurre nulla se il navigatore invece sa verso che porto dirigersi. Potrebbe darsi che trovi venti favorevoli, o potrebbe darsi che non li trovi: nell’enunciato non c’è informazione a riguardo. Il che vuol dire che avere un’idea chiara della direzione è solo una condizione (necessaria) per avere almeno qualche vento utile, ma potrebbe non bastare (non è sufficiente), potrebbero esserci altre condizioni. Però sicuramente, nel pensiero di Seneca, senza non si va da nessuna parte. E, uscendo dal discorso logico, questo mi pare interessante.

Terza ed ultima nota: ciò che invece si può fare, con l’implicazione, è passare alla cosiddetta “contronominale”. Negare, cioè, la premessa e la conseguenza e scambiarle di posto. Ossia: se non si dà il caso che tu non abbia venti a favore, allora non si dà il caso che tu non sappia dove andare. Per la logica classica le doppie negazioni si possono eliminare, e questo rende l’affermazione più trasparente: se hai venti a favore allora sai dove andare. Come dire: se puoi distinguere che un vento ti è utile è perché sai a cosa ti è utile, a quale porto ti condurrà. Fuori dalla logica, questa osservazione, che a livello consapevole è banale (è ovvio che se posso dire “questo vento mi porta a destinazione” è perché so qual è la destinazione), forse posso stiracchiarla un po’ anche nell’inconsapevole, pensando a quelle volte in cui ho creduto di non sapere dove andare a parare, eppure qualche spinta mi sembrava più promettente di altre: forse perché, alla fine, non ero poi tanto perso quanto credevo.

Buona navigazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

dire, fare, baciare...

pensieri di uno che cerca di essere umano

wwayne

Just another WordPress.com site

Una penna spuntata

Storia e Folklore

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

AlterEgo

Il blog di AlterEgo - Uno, Nessuno e Centomila

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

My Little Underground

storie di una gioventù bruciacchiata

Cee's Photo Challenges

Teaching the art of composition for photography.

Etcetera Etcetera Etcetera

... about nothing in particular, because "Candid photography is like a box of chocolates. You never know what you're gonna get". Photography by Lignum Draco, "The Wood Dragon" since 2013.

I am You. We are God.

A Call To Consciousness

Books, Music, Photography, & Movies

My views on the above and some...

redstuffdan

Original Pictures from Nouvelle Aquitaine

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

lyndamichele

Just another WordPress.com site

Pizzuti

Glyptics \ Sculpture

The Syllabub Sea

Where I'm free to be me

Living & Loving Life

A journey into my world...

Pega's photography Blog

La fotografia è una scusa...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Picture Perfect Memories for life

Myriad memories frozen in time

Tina Friesen

Seek wisdom leading to life and peace.

being mrscarmichael

a superwoman in my own suburb

Think of nothing

girl, living in the far north, trying to think less and live more.

Travels and Trifles

Expressing Thought Through Photography

The Wish Factor

How did I get here...

L'anticamera del cestino

Raccolta differenziata di esperienze di dubbia utilità

Chronicles of Illusions

When I let go of what I am, I become what I might be. – Lao Tzu

Northwest Frame of Mind

At home in my corner of the world

This, that and the other thing

Looking at life through photography and words

Littlerome's room

Pensieri, parole, opere e omissioni

I did it ... for Johnny

A bit of humor, an occasional deep thought

Nora's Suitcase

You’re in a lovely site ever

Outlook in Life

... and it is ever changing

Herman van Bon Photography

Fine Art Photography, Napier, South Africa.

rpdpod

a torrent of photos/a drip of words

Ancorase

sulla rotta della consapevolezza

EL Appleby: Brain Fragments

out of my tiny mind

retireediary

The Diary of a Retiree

Top 10 of Anything and Everything

Animals, Travel, Casinos, Sports, Gift Ideas, Mental Health and So Much More!

SnappyJaye

A Photo Journey

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: