Letture primaverili 2013 (8)


Ecco, postumo (nel senso che ormai la primavera, benedetta primavera, se n’è andata e l’estate sta iniziando), l’ultimo rapporto sulle mie letture. Il precedente lo linko, come al solito, per la continuità. Il prossimo della catena riguarderà, credo, le letture estive.

Asce di Guerra, di Wu Ming e Vitaliano Ravagli. Daniele, avvocato bolognese, incontrando partigiani e testimoni, ricostruisce gli avvenimenti della guerra partigiana e dell’immediato dopoguerra nel “triangolo della morte”, e, alla ricerca di notizie sul proprio nonno, incappa nella storia di Vitaliano Ravagli. La narrazione si sviluppa su tre piani, quello dell’attualità e della ricerca delle fonti da parte di Daniele, quello degli eventi durante la Seconda Guerra Mondiale, dopo l’Otto Settembre e i mesi immediatamente successivi alla Liberazione, e quello dell’esperienza in Laos di Ravagli. Della ricostruzione della Storia in estremo Oriente ho già parlato brevemente in un altro post: me ne resta la sensazione di una realtà profondamente più complessa, variegata, ricca di storie, dell’immagine USA-centrica che ne avevo ricavata dalla filmografia. Ravagli per ben due volte lascia un’Italia deludente per affrontare, da solo, l’epopea di liberazione che la sua età e gli eventi post-bellici gli avevano negato in patria, combattendo da comunista contro gli occidentali e i sudvietnamiti. Per quanto riguarda gli eventi “nostrani”, si tratta di una ricostruzione in parte romanzata, certamente parziale, che forse per motivi geografici non dà conto della complessità e della varietà del mondo della Resistenza. Mi ha però colpito qualcosa su cui non ero stato mai portato a riflettere: il fatto che al termine della guerra coloro che avevano combattuto contro i nazifascisti si trovarono a convivere in uno Stato rinnovato solo a parole, che nelle sue istituzioni, nelle forze armate e nelle forze di sicurezza annoveravano ancora i responsabili di vent’anni di repressioni, di torture, di soprusi, di uccisioni; si trovarono a dover digerire, per il maggior bene della pacificazione nazionale, l’Amnistia Togliatti che rendeva impuniti tanti tra coloro che erano stati la causa della loro defezione, di una vita braccata nei monti o in pianura, di una guerra civile sanguinosa vicini contro vicini. Proprio oggi, giorno della morte dell’ultimo dei Padri Costituenti, Emilio Colombo, mi pare importante ricordare anche questo sacrificio, un sacrificio di ideali e di rivendicazioni che tanti tra coloro che aiutarono a liberare il Paese scelsero di compiere per assicurare la pace. E credo che sia anche un buon modo per capire cosa significhi un’amnistia guardandola non solo dalla parte di chi ne beneficia, ma anche dalla parte di chi attende giustizia.

Un commento

  1. […] di nuovo, rientrato dal Salento, un po’ più abbronzato. Concateno qui le ultime letture primaverili, e inizio quindi a proporre qualche lettura estiva, anche se forse […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

dire, fare, baciare...

pensieri di uno che cerca di essere umano

wwayne

Just another WordPress.com site

Una penna spuntata

Storia e Folklore

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

AlterEgo

Il blog di AlterEgo - Uno, Nessuno e Centomila

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

My Little Underground

storie di una gioventù bruciacchiata

Cee's Photo Challenges

Teaching the art of composition for photography.

Etcetera Etcetera Etcetera

... about nothing in particular, because "Candid photography is like a box of chocolates. You never know what you're gonna get". Photography by Lignum Draco, "The Wood Dragon" since 2013.

I am You. We are God.

A Call To Consciousness

Books, Music, Photography, & Movies

My views on the above and some...

redstuffdan

Original Pictures from Nouvelle Aquitaine

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

lyndamichele

Just another WordPress.com site

Pizzuti

Glyptics \ Sculpture

The Syllabub Sea

Where I'm free to be me

Living & Loving Life

A journey into my world...

Pega's photography Blog

La fotografia è una scusa...

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Picture Perfect Memories for life

Myriad memories frozen in time

Tina Friesen

Seek wisdom leading to life and peace.

being mrscarmichael

a superwoman in my own suburb

Think of nothing

girl, living in the far north, trying to think less and live more.

Travels and Trifles

Expressing Thought Through Photography

The Wish Factor

How did I get here...

L'anticamera del cestino

Raccolta differenziata di esperienze di dubbia utilità

Chronicles of Illusions

When I let go of what I am, I become what I might be. – Lao Tzu

Northwest Frame of Mind

At home in my corner of the world

This, that and the other thing

Looking at life through photography and words

Littlerome's room

Pensieri, parole, opere e omissioni

I did it ... for Johnny

A bit of humor, an occasional deep thought

Nora's Suitcase

You’re in a lovely site ever

Outlook in Life

... and it is ever changing

Herman van Bon Photography

Fine Art Photography, Napier, South Africa.

rpdpod

a torrent of photos/a drip of words

Ancorase

sulla rotta della consapevolezza

EL Appleby: Brain Fragments

out of my tiny mind

retireediary

The Diary of a Retiree

Top 10 of Anything and Everything

Animals, Travel, Casinos, Sports, Gift Ideas, Mental Health and So Much More!

SnappyJaye

A Photo Journey

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: