Letture estive 2013 (1)


Eccomi di nuovo, rientrato dal Salento, un po’ più abbronzato. Concateno qui le ultime letture primaverili, e inizio quindi a proporre qualche lettura estiva, anche se forse non proprio da spiaggia.

Serena Cruz o la vera giustizia, di Natalia Ginzburg. Un saggio che, a partire da un episodio di cronaca della fine degli anni ’80, analizza alcune decisioni dei giudici minorili in Italia e mette in evidenza luci ed ombre della legge e della sua applicazione quando si occupa di minori, di famiglie adottive o affidatarie. Non essendo io competente in materia, come del resto non è tecnicamente competente l’autrice, mi paiono interessanti due temi in particolare. Il primo è quello del rapporto  che vede contrapposti da un lato l’applicazione in astratto delle leggi, quasi in modo esemplare, formale, e quindi il rifiuto della discrezionalità del giudice, e dall’altra lo studio della fattispecie, la discrezionalità che pure la legge consente e che il buonsenso vorrebbe essere spinta al massimo grado nel momento in cui i giudici devono occuparsi dei diritti dei più deboli, quali i minori in situazioni familiari difficili. Il secondo tema è quello, solo accennato e in modo marginale, dell’atteggiamento oltranzista ed estremista che talvolta i volontari “addetti ai lavori” assumono in virtù di una competenza acquisita sul campo, di una conoscenza precisa della normativa, dell’assimilazione di linee di pensiero e di pratiche che divengono assoluti da difendere assolutamente, senza riconoscere che nulla di questo ha la garanzia di durare nel tempo, che ogni linea di pensiero viene superata nel giro di qualche anno, che ogni pratica è suscettibile di critica, mentre l’attenzione per il bene del minore, della famiglia a cui appartiene e a cui viene strappato ha ben poco di predefinito. Prescindendo dalle conclusioni che l’autrice trae, che in larga parte condivido, l’ho trovato un testo informativo e provocatorio.

Il libro del tre, di Lloyd Alexander. Un fantasy che scopro ora essere il primo capitolo di una più ampia saga letteraria che ha persino avuto l’onore di essere trasposto cinematograficamente dalla Disney (Taron e la pentola magica). Bene come letteratura per ragazzi; come fantasy di genere, insomma, mi aspettavo di più. Mi sono piaciuti i personaggi, la trama è molto lineare e semplice. E soprattutto mi ha in parte infastidito quello che da un lato potrei definire “essenzialità”, ma che vedo più come “povertà”: nulla viene menzionato, nulla accade che non venga poi ripreso in seguito. Non ci sono fili spezzati, piste secondarie, personaggi inutili, un passato di riferimento, un altrove: no, tutto quel che serve è raccontato, il resto non compare. Insomma, è possibile che mi vada a cercare i capitoli seguenti della saga. Senza fretta, e non garantisco.

Timira, di Wu Ming 2 e Antar Mohammed. Una biografia, su cui hanno lavorato gli autori (il secondo è il figlio) e l’interessata, di Isabella Marincola, italiana nata in Somalia da madre somala e padre militare coloniale italiano. La storia appassionante di una donna che per tutta la vita ha dovuto coniugare la propria dignità con l’essere diversa, l’essere altrove, l’essere sfollata, profuga, abbandonata. Mi ha lasciato un senso di simpatia, per l’autoironia che le viene attribuita, ma anche un ben definito senso di vergogna per il ritratto collettivo che ne emerge, del popolo italiano e dell’italiano medio, specie quello maschio.

Buona lettura.

Annunci

Un commento

  1. […] Ciò non toglie che io sia riuscito a leggere alcune cosette interessanti, che vi racconto di seguito, non prima di aver linkato il precedente post sulle mie letture estive. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Back to the Blog

Il blog che viaggia nel mio tempo... ridendoci un po' su

Babù

Pittura, Fotografia, Illustrazioni di Francesca Bartalucci

Seicappelli

cos'hai in testa?

testuali parole 2.0

bisettimanale di critica letteraria

khepri65

vivi e lascia vivere

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Alterego Blog

Alterego non è il solito blog

Lola Ivana

Around the world

L'autore spocchioso

Chi non salta un lettore è, è.. chi non salta un editore è, è..

Niente stronzate ©

Lo stabile specchio di un evanescente diario

Il Vecchio Mente

Memorie di uno scrittore dell'immaginario coi Baffi.

Frank Iodice

«Lo scrittore è una persona vigliacca, opportunista, sacrificata al gioco continuo della forma e della trama. Un individuo destinato alla perpetua insoddisfazione.»

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

Interlinea due

"A volte si svela l'anima solo per vedere se c'è qualcuno in grado di ascoltarla"

La riserva di Pedro

Il ritorno all'essenziale

Cee's Photography

Learning and teaching the art of composition.

La Beliarda

Vicende tragicomiche di una feudataria scassata

Ornitorinko

Storie di esperienze in giro per il mondo

pica cordoba

90 DAYS IN EAST TIMOR

Travel Far and Away

Our world, Your Inspiration

Street Photography

Straßenfotografie • Beobachtungen am Wegesrand

the way I see it @shlehora

Photography, my luvs and things that make me go hmmm...and huh?

Etcetera Etcetera Etcetera

... about nothing in particular, because "Candid photography is like a box of chocolates. You never know what you're gonna get". Photography by Lignum Draco, "The Wood Dragon" since 2013.

I am You. We are God.

A Call To Consciousness

Pixxxel.org

...einfach Fotos

But Is It Art?

Pictures by Declan O'Doherty

GLOBAL SAFARI

"Two roads diverged in a wood and I – I took the one less traveled by." – Robert Frost

Wish - Caroline Wilde

La vita a volte prende pieghe misteriose. Basta crederci. Basta... esprimere un desiderio.

Words Engineer

word speaks,word builds

Javanese Wanderer

my stories, travel journal and my photo collection

Books, Music, Photography, & Movies

My views on the above and some...

MissGreenSheep

arts, crafts & more ...

Photo avant-garde

Photography at a different level

redstuffdan

Original Pictures from Nouvelle Aquitaine

Written By Nikki

Freelance Writer and Blogger

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

Standing Ovation, Seated

HELPING PEOPLE UNDERSTAND ART

The Amateur Camera

Capturing the simple pleasures in life & the world around me...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: